Lo scrigno dei libri smarriti: SHAMAN, FRIEND, ENEMY di M. TERRY GREEN

Dopo una lunga assenza, la Cercatrice di libri torna con una chicca, il secondo capitolo della serie Techno-Shaman (potete leggere la recensione del primo libro qui), ricevuto dall’autrice. Curiosi di sapere che ne è stato di Livvy dopo Shaman, Healer, Heretic? Allacciate le cinture e reggetevi forte, le avventure della sciamana sono appena all’inizio!

sHAMAN FRIEND ENEMY

Titolo: Shaman, Friend, Enemy

Autrice: M. Terry Green

Edizione letta: versione kindle edita da Middleworld Productions, 2011

Un anno dopo gli eventi di Shaman, Healer, Heretic, Livvy è diventata una celebrità, venerata dai clienti e perennemente inseguita dai paparazzi. Tuttavia, la fama porta con sé nuovi nemici, determinati a distruggere Livvy una volta per tutte, è neanche il potere del fulmine sarà sufficiente a salvarla, questa volta…

Con una trama molto più complessa rispetto al primo libro della serie, Shaman, Friend, Enemy è tutto fuorché prevedibile. L’intreccio di sottotrame è tale da far sembrare che tutto accada contemporaneamente, facendo spesso perdere l’orientamento al lettore, ma non all’autrice, la quale tiene tutto sotto controllo fino alla fine e non lascia nulla di irrisolto.

Ritroviamo quasi tutti i personaggi del primo libro, che vengono sviluppati e approfonditi. Scopriamo così una parte importante del passato di Livvy e il modo in cui influenza il suo presente, insieme ad avere maggiori informazioni sul suo sciamanesimo. È un piacere vedere personaggi che avevano avuto poco spazio nel primo capitolo, come Min e Ursula, assumere un ruolo cruciale nella storia, e poter scorgere nuove sfumature nelle loro personalità.

L’unica parte che mi ha lasciata un po’ insoddisfatta è il modo in cui viene presentata la relazione romantica all’inizio del libro. Visto che, alla fine del precedente, era appena accennata, mi sarei aspettata di vederla crescere e approfondire gradualmente; invece, ci viene presentata a uno stadio già abbastanza avanzato e prende subito una piega decisamente drammatica. Avrei preferito saperne di più su quell’anno trascorso, sul modo in cui Livvy passa da sconosciuta a celebrità e su come i suoi sentimenti mutano. Avrebbe anche contribuito a diluire la tensione iniziale, un tantino eccessiva per essere solo al principio della storia. Tuttavia, il modo in cui la relazione viene sviluppata successivamente, insieme al finale aperto e alla prospettiva di altri tre libri, mi fa ben sperare anche per quest’aspetto.

Un secondo capitolo che tiene testa al primo, nonostante le differenze e la complessità. Non vedo l’ora di leggere il terzo!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Lo scrigno dei libri smarriti, Recensioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...